OSCAR 2016: tutti i vincitori da DiCaprio a Morricone passando per Mad Max: Fury Road

Best supporting actor Mark Rylance, "Bridge of Spies", Best actress Brie Larson, "Room", best actor Leonardo DiCaprio, "The Revenant", and best supporting actress Alicia Vikander, "The Danish Girl", pose during the 88th Academy Awards in Hollywood, California February 28, 2016. REUTERS/Mike Blake - RTS8HG0

Tutto è andato più o meno come previsto: dopo quasi vent’anni di attesa, Leonardo DiCaprio è riuscito finalmente a vincere l’Oscar come Miglior Attore Protagonista grazie alla sua performance in Revenant – Redivivo. Assieme a Leo, il Maestro Ennio Morricone è riuscito a vincere il suo primo premio per la Miglior Colonna Sonora di The Hateful Eight (regia di Quentin Tarantino) portandosi a casa la seconda statuetta dopo il premio alla carriera; è curioso che Morricone abbia vinto il suo primo Oscar per un film dopo aver vinto quella alla carriera.

Strepitosa anche la performance di Mad Max: Fury Road che ha vinto ben sei statuette “tecniche” fra le quali montaggio e costumi. Il premio per miglior film è andato a Il Caso Spotlight ma la sensazione è che sia mancato quel poco di coraggio per riconoscere a Mad Max: Fury Road il riconoscimento definitivo dopo aver ammesso l’assoluta qualità del film attraverso i premi tecnici. Da sottolineare, inoltre, la vittoria del premio alla Miglior Regia per Alejandro G. Inarritu il quale è riuscito a bissare il successo dello scorso anno (Birdman) con Revenant – Redivivo. Ancora più incredibile, in questo senso, il successo di Emmanuel Lubezki che ha fatto addirittura tripletta con il premio alla Miglior Fotografia: Gravity (2014), Birdman (2015), Revenant – Redivivo (2016).

Fra gli altri attori, oltre a Leonardo DiCaprio, il premio alla Miglior Attrice Protagonista è andato a Brie Larson per Room (in arrivo il 2 marzo nelle nostre sale), mentre la Miglior Attrice Non Protagonista è stata Alicia Vikander per The Danish Girl. Infine, il premio al Miglior Attore Non Protagonista è andato a Mark Rylance per Il Ponte delle Spie che è riuscito a battere il favorito (dal pubblico) Sylvester Stallone per Creed. Una sensazione agrodolce che ha scontentato i tanti fan di Rocky ma che, come insegna proprio il celebre personaggio di fronte alle sconfitte, ha fatto stringere ancora di più i fan attorno al loro idolo che, prima o poi, sarà adeguatamente ricompensato.

 

Ecco l’elenco dei premi nelle categorie principali. I vincitori sono indicati in grassetto.

– Miglior film

Il caso Spotlight (vincitore)
La grande scommessa
Il ponte delle spie
Brooklyn
Mad Max: fury road
Sopravvissuto – The Martian
Revenant – Redivivo
Room

– Miglior regia

Adam McKay, La grande scommessa
George Miller, Mad Max: Fury road
Alejandro Gonzales Iñárritu, Revenant – Redivivo (vincitore)
Lenny Abrahamson, Room
Tom McCarthy, Il caso Spotlight

– Miglior attore protagonista

Bryan Cranston, L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo
Matt Damon, Sopravvissuto – The Martian
Leonardo DiCaprio, Revenant – Redivivo (vincitore)
Michael Fassbender, Steve Jobs
Eddie Redmayne, The danish girl

– Miglior attrice protagonista

Cate Blanchett, Carol
Brie Larson, Room (vincitore)
Jennifer Lawrence, Joy
Charlotte Rampling, 45 anni
Saorsie Ronan, Brooklyn

– Miglior attore non protagonista

Christian Bale, La grande scommessa
Tom Hardy, Revenant – Redivivo
Mark Rylance, Il ponte delle spie (vincitore)
Mark Ruffalo, Il caso Spotlight
Sylvester Stallone, Creed

– Miglior attrice non protagonista

Jennifer Jason Leigh, The hateful eight
Rooney Mara, Carol
Rachel McAdams, Il caso Spotlight
Alicia Vikander, The Danish girl (vincitore)
Kate Winslet, Steve Jobs

– Miglior sceneggiatura originale

Il ponte delle spie
Ex machina
Inside out
Il caso Spotlight (vincitore)
Straight outta Compton

– Miglior sceneggiatura non originale

La grande scommessa (vincitore)
Brooklyn
Carol
Sopravvissuto – The martian
Room

– Miglior film in lingua straniera

El abrazo de la serpiente (Colombia)
Mustang (Francia)
Il figlio di Saul (Ungheria) (vincitore)
Theeb (Giordania)
A war (Danimarca)

– Miglior film d’animazione

Anomalisa
Boy and the world
Inside out (vincitore)
Shaun – vita da pecora
Quando c’era Marnie

– Miglior montaggio

La grande scommessa
Mad Max: fury road,Margaret Sixel (vincitore)
Revenant
Il caso Spotlight
Star wars: il risveglio della Forza

– Miglior fotografia

Carol
The hateful eight
Mad Max: fury road
Emmanuel Lubezki, Revenant – Redivivo (vincitore)
Sicario

– Migliori effetti speciali

Ex machina (vincitore)
Mad Max: fury road
Sopravvissuto – The Martian
Revenant – Redivivo
Star Wars: il risveglio della Forza

– Miglior colonna sonora originale

Il ponte delle spie
Carol
The Hateful eight (vincitore)
Sicario
Star Wars: il risveglio della Forza

– Miglior canzone

Earned it, 50 sfumature di grigio
Manta Ray, Racing extinction
Simple song #3, Youth
Til it happens to you, The Hunting Ground
Writing’s on the wall (Jimmy Napes e Sam Smith), Spectre (vincitore)

– Miglior documentario

Amy (vincitore)
Cartel land
The look of silence
What happened, Miss Simone?
Winter of fire: Ukraine’s fight for freedom

– Miglior cortometraggio

Ave Maria
Day one
Everything will be ok
Shok
Stutterer (vincitore)