Regia:
Cast:
Nazione:
Anno:
Genere:
Durata:

Alcuni dei migliori attori della commedia italiana contemporanea danno vita a un balletto di rivelazioni, balle improvvisate, segreti svelati, inutile arrampicarsi sugli specchi, nella commedia corale Perfetti sconosciuti, dall’11 febbraio al cinema. Simona Santoni ha scritto su Panorama.it le 5 cose da sapere sul film, che riportiamo di seguito: 1) Gli smartphone che celano (e rubano) il privato Paolo Genovese, autore anche di Immaturi e sequel, è da un po’ che voleva realizzare un film sulla vita segreta delle persone, a partire da questa frase di Gabriel García Márquez: “Ognuno di noi ha una vita pubblica, una privata e una segreta”. Il cellulare è diventato il fulcro e mezzo della sua storia, scritta insieme a Rolando Ravello, Paolo Costella, Filippo Bologna e Paola Mammini. Lo smartphone, oggetto invadente, asfissiante e oppressivo, sempre con noi, persino in bagno, è la “scatola nera” a cui oggi affidiamo desideri inconfessati e non detti...




Regia:
Cast:
Nazione:
Anno:
Genere:
Durata:

  Ennio Morricone ha vinto il Bafta per la miglior colonna sonora per il film di Quentin Tarantino “The Hateful Eight“. Si tratta della prima colonna sonora scritta dall’87enne compositore italiano per il regista americano. Tarantino in passato aveva utilizzato altre musiche di Morricone tratte da altri film. Questo riconoscimento agli ‘Oscar britannici’ fa ben sperare in vista dell’assegnazione degli Oscar a Los Angeles, a breve. A dominare la serata degli Orange British Academy Film Awards, che si è tenuta a Londra, è stato però The Revenant: il film di di Alejandro G. Inarritu si è portato a casa il premio come miglior film, miglior regista e miglior attore protagonista, con Leonardo DiCaprio. Ecco la lista completa dei premi:   Miglior Film: The Revenant Miglior Film britannico: Brooklyn Miglior Regista: Alejando G. Inarritu (The Revenant) Attore protagonista: Leonardo DiCaprio (The Revenant) Attrice protagonista: Brie Larson (Room)...




Regia:
Cast:
Nazione:
Anno:
Genere:
Durata:

Se anche per voi il caro Leonardo Di Caprio si merita finalmente un Oscar, potreste essere interessati al browser game Leo’s Red Carpet Rampage. Ideato da The Line, questo simpatico gioco ci permetterà di aiutare il caro Leo a raggiungere il suo agognato Oscar, statuina d’oro che da ormai troppo tempo sfugge dalle sue mani e che anche quest’anno non mancherà di togliergli quale notte di sonno in atteso della Notte degli Oscar 2016 che si svolgerà il prossimo 28 febbraio. Trovate il gioco a questo indirizzo ma fate attenzione: preparate fasciature per le mani e pomate analgesiche, l’artrite vi coglierà in men che non si dica. Nel mentre, vi ricordiamo che The Revenant, film per il quale Leo ha già vinto Golden Globe e BAFTA e per il quale potrà vincere (finalmente) l’Oscar, è in programmazione nelle nostre...




Regia:
Cast:
Nazione:
Anno:
Genere:
Durata:

Il Post illustra il grande successo che Deadpool sta ottenendo negli Stati Uniti d’America sia in termini di critica che di pubblico. Da noi il film uscirà domani e si prevede che anche in Italia possa incontrare dei risultati simili a quelli oltreoceano. “Il 12 febbraio è uscito negli Stati Uniti Deadpool, un film di supereroi basato sull’omonimo personaggio della Marvel, che in Italia uscirà il 18 febbraio. Deadpool è diretto da Tim Miller, al suo primo film da regista (prima aveva lavorato come direttore creativo per i titoli di testa di Millenium – Uomini che odiano le donne e per il secondo film della saga di Thor). Il protagonista del film è Ryan Reynolds, un attore canadese famoso soprattutto per il ruolo di Hannibal King in Blade: Trinity e per quello di Lanterna Verde nel film del 2011 basato sul supereroe della DC Comics. Reynolds aveva già interpretato Deadpool nel film X-Men le origini: Wolverine. Tra gli altri attori di Deadpool c’è anche Morena Baccarin,...




Regia:
Cast:
Nazione:
Anno:
Genere:
Durata:

La voce dell’attore Giancarlo Giannini accompagna lo spettatore negli ultimi tre anni della vita di Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana nello spazio. Astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e pilota dell’Aeronautica Militare, tra le donne europee Samantha detiene il primato di giorni consecutivi di permanenza nello spazio nell’ambito della seconda missione di più lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI). Un documento straordinario, che racconta la “donna” Samantha e “l’astronauta” Cristoforetti. Un film per tutti, il ritratto di una donna unica, protagonista di un evento che rimarrà nella storia. Il regista Gianluca Cerasola e sua la troupe hanno accompagnato Samantha attraverso tre continenti (sulla terra) fino alla sua partenza verso lo spazio, entrando nel suo mondo e conoscendo i suoi affetti. Si sono fatti spiegare le prove che ha dovuto affrontare il suo fisico nelle fasi di preparazione, le difficoltà e le soddisfazioni. In questo lungo percorso...




Regia:
Cast:
Nazione:
Anno:
Genere:
Durata:

Trionfo per “Cinquanta sfumature di grigio” che riesce ad aggiudicarsi il temuto Razzie in ben cinque categorie. Peggiore in assoluto. “Cinquanta sfumature di grigio” piglia tutto nella cerimonia degli anti-Oscar. Nei Razzie Awards, che celebrano il peggio che il cinema ha proiettato nel corso dell’anno, l’adattamento del romanzo erotico conquista la statuetta come “peggior film”, “peggiore attore protagonista” per Jamie Dornan, “peggiore attrice protagonista” per Dakota Johnson, “peggior coppia sullo schermo” e “peggior sceneggiatura”. Spicca anche le performance di Eddie Redmayne (peggior attore non protagonista) il quale, in caso di vittoria del premio Oscar, potrebbe fare la storica accoppiata Oscar-Razzie nello stesso anno con due film diversi.   Razzies 2016: tutti i vincitori Peggior film Fantastic 4 – I Fantastici Quattro Cinquanta sfumature di grigio Peggiore attore Jamie Dornan per Cinquanta sfumature di grigio Peggiore attrice Dakota...




Regia:
Cast:
Nazione:
Anno:
Genere:
Durata:

Tutto è andato più o meno come previsto: dopo quasi vent’anni di attesa, Leonardo DiCaprio è riuscito finalmente a vincere l’Oscar come Miglior Attore Protagonista grazie alla sua performance in Revenant – Redivivo. Assieme a Leo, il Maestro Ennio Morricone è riuscito a vincere il suo primo premio per la Miglior Colonna Sonora di The Hateful Eight (regia di Quentin Tarantino) portandosi a casa la seconda statuetta dopo il premio alla carriera; è curioso che Morricone abbia vinto il suo primo Oscar per un film dopo aver vinto quella alla carriera. Strepitosa anche la performance di Mad Max: Fury Road che ha vinto ben sei statuette “tecniche” fra le quali montaggio e costumi. Il premio per miglior film è andato a Il Caso Spotlight ma la sensazione è che sia mancato quel poco di coraggio per riconoscere a Mad Max: Fury Road il riconoscimento definitivo dopo aver ammesso l’assoluta qualità del film attraverso i premi tecnici. Da sottolineare, inoltre,...




Regia:
Cast:
Nazione:
Anno:
Genere:
Durata:

Dopo anni di attesa e ben 6 nomination, Leonardo Di Caprio è riuscito a vincere il premio Oscar come Miglior Attore Protagonista in Revenant – Redivivo, che si è aggiudicato anche i premi per la Miglior Regia (Alejandro G. Inarritu) e per la Miglior Fotografia (Emmanuel Lubezki, terzo premio di fila). Grandiosa anche la performance di Mad Max: Fury Road che ha vinto ben sei statuette, facendosi ricordare come il film più premiato di questa edizione. Room è valso invece l’Oscar per la Miglior Attrice Protagonista a Brie Larson, mentre gli attori che hanno vinto i premi come migliori non protagonisti sono andati a Mark Rylance per Il Ponte delle Spie e ad Alicia Vikander per The Danish Girl. La Grande Scommessa si è aggiudicato il premio Oscar per la miglior sceneggiatura, riuscendo a spiegare in maniera convincente un tema come quella della crisi finanziaria. il maestro Ennio Morricone, infine, è riuscito a vincere la statuetta per la colonna sonora di The Hateful 8 di...




Regia:
Cast:
Nazione:
Anno:
Genere:
Durata:

In Kung fu Panda 3, dopo essersi ricongiunto con il papà Li, che non vedeva da lungo tempo, Po raggiunge con lui il suo villaggio d’origine: un paradiso segreto dei panda in cui incontra una serie di esilaranti nuovi personaggi. La minaccia tuttavia è dietro l’angolo, quando infatti il potente spirito maligno Kai inizia a terrorizzare l’intera Cina sconfiggendo tutti i maestri di kung fu, ci vorrà tutta l’abilità e l’audacia di Po per insegnare ai suoi maldestri e festaioli compagni panda l’arte del kung fu, e trasformarli così in una vera e propria squadra da combattimento. MyMovies ne parla così: Il perfido Kai, supremo signore della guerra di tutta la Cina, trova il modo di sfuggire al regno degli spiriti dove l’aveva esiliato il suo ex fratello di armi Oogway, ed è intenzionato ad attaccare la valle e distruggere il palazzo di giada per carpire il chi – l’energia che anima tutte le cose viventi – dei suoi nemici. Per fermarlo il destino richiede...




Regia:
Cast:
Nazione:
Anno:
Genere:
Durata:

Per essere sempre più vicino a voi lettori, abbiamo inaugurato il nostro canale Telegram. Per iscriversi basta seguire questo link dal proprio smartphone, assicuratevi di aver installato l’omonimo programma di messaggistica per poter seguire il canale. Sul canale Telegram di Cineworld Trento troverete notizie riguardanti gli eventi speciali come i film in lingua originale, le last call, le rassegne e la programmazione del weekend. Vi invitiamo a seguire il canale e vi chiediamo di spargere la voce, invitando i vostri amici appassionati di cinema. Se non avete ancora installato Telegram, è giunto il momento di rimediare, l’applicazione è gratuita, compatibile con iOS, Android e Windows Phone. Vi...




Regia:
Cast:
Nazione:
Anno:
Genere:
Durata:

Un delinquente asociale di Tor Bella Monaca acquista i superpoteri dopo un tuffo radioattivo nel Tevere e diventa emulo di Jeeg robot d’acciaio, cartone giapponese di culto per i nati negli anni Settanta: su una trama così non avrebbe scommesso nessuno, infatti il regista ha cercato fondi per cinque anni e alla fine se l’è prodotto da sé. E invece, dopo l’accoglienza entusiastica della critica al Festival di Roma, “Lo chiamavano Jeeg Robot”, opera prima di Gabriele Mainetti, sta trionfando in sala: oltre due milioni d’incasso in due settimane. Un successo inatteso, soprattutto per un’opera prima, paragonabile alle performance di “Se dio vuole” e “Smetto quando voglio”, che però erano commedie, un genere “sicuro”. Come mai questo improbabile spaghetti-manga sta sbancando al botteghino? La trovata di Jeeg, equivalente dei supereroi Marvel nell’immaginario dei giovani adulti italiani, è un’intelligente strizzata d’occhi, ma il successo della pellicola...